Stoppani richieste informazioni al Parlamento Europeo

Riportiamo l’interrogazione sulla Stoppani inoltrata al parlamento europeo dalla portavoce del Movimento 5 Stelle Tiziana Beghin

Interrogazione Stoppani

L’azienda Stoppani SpA ha operato nel comune di Cogoleto per circa 100 anni

producendo cromo esavalente. I suoi rifiuti sono stati portati fino al 2006 alla

discarica in località Molinetto. La discarica è oggetto della procedura

d’infrazione 2011/2215.

Per il “capping” definitivo della discarica le autorità italiane hanno fornito

solamente 2.000.000€ (su 8.000.000€) e hanno indetto una gara d’appalto in

base alla quale il vincitore può ricavare profitti sversando 50mila metri cubi di

rifiuti pericolosi, fino al riempimento della discarica. Parte del profitto dovrebbe

finanziare la quota restante del “capping”.

Successivamente all’assegnazione dell’appalto la discarica, chiusa in seguito alla

procedura d’infrazione, ha riaperto per accogliere rifiuti pericolosi.

Le norme comunitarie sulle discariche prevedono requisiti quali la distanza da

centri abitati, impianti sportivi e ricreativi e luoghi faunisticamente rilevanti.

Qualunque discarica deve essere situata in luogo non alluvionale e senza corsi

d’acqua esondabili. Nessuna di queste caratteristiche logistiche viene rispettata.

  • La Commissione può verificare se la discarica del Molinetto possiede i

requisiti per essere riaperta ai sensi del diritto comunitario e della

direttiva 1999/31/CE ?

  • La riapertura è stata eseguita con procedura di gara europea?
  • La Commissione può domandare uno studio sulla ripartizione delle

polveri provenienti dalla discarica nella valle adiacente?