OSPEDALE CAIRO: “DA VACCAREZZA PROPAGANDA. SE SOSTIENE LA BATTAGLIA PER RICONOSCIMENTO AREA DISAGIATA, VOTI LA NOSTRA MOZIONE”

Ieri in consiglio comunale a Carcare abbiamo assistito all’ennesimo spettacolo di una vecchia politica che usa il territorio e la sue criticità come mappa di un risiko su cui piazzare bandierine di partito. Ed è ancora più grave se ciò avviene su un tema delicato come la sanità.

Il riferimento è al consigliere Angelo Vaccarezza, che ieri è intervenuto in consiglio, ospite come noi, in merito alla delibera che i comuni del territorio stanno proponendo, sul riconoscimento dell’ospedale di Cairo come d’area disagiata. Il capogruppo di Forza Italia in Regione non ha perso occasione per mettere le mani su una battaglia che il MoVimento 5 Stelle ha portato avanti in questi mesi insieme a tanti comuni della val Bormida e, soprattutto, ai cittadini con una petizione in corso. Lo ha fatto suggerendo un ordine del giorno condiviso a supporto della richiesta, ben consapevole che da tempo il M5S ha depositato agli atti una mozione, in attesa solo di essere calendarizzata, che chiede ai sensi della normativa vigente lo status di “ospedale di area disagiata”.

Non solo. Vaccarezza ha affermato anche che non è importante la definizione di area disagiata ma l’aumento dei servizi garantiti: le parole sono importanti e un politico navigato dovrebbe saperlo. Le attuali normative prevedono precisi standard e classificazioni, fondamentali per non perdere ulteriori servizi di cui l’ospedale di Cairo ha tremendamente bisogno. Altrimenti parliamo di aria fritta.

Se il consigliere Vaccarezza vuole davvero sostenere questa battaglia, voti la nostra mozione. Tutto il resto è propaganda e la Valbormida di tutto ha bisogno tranne che di questo.

Andrea Melis, portavoce MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria