SPESE PAZZE: “IN CASO DI CONDANNA, SIA RISPETTATA LA SEVERINO. MA CON NOI RIXI, BRUZZONE E ROSSO SAREBBERO STATI INCANDIDABILI”

“La giustizia sembra essere l’ultimo baluardo a difesa del senso civico, poiché la classe politica dei partiti tradizionali non fa che collezionare arresti, scandali, indagini. Non ci resta che augurarci che, in caso di condanna dei politici con incarichi istituzionali, la legge Severino sia rispettata, così come purtroppo non è avvenuto in Campania con De Luca”.

Lo dicono i portavoce del MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria in merito al rinvio a giudizio dell’assessore Edoardo Rixi, del Presidente dell’assemblea regionale Francesco Bruzzone e del consigliere Matteo Rosso, coinvolti nello scandalo delle Spese pazze.

“La vecchia politica non sta offrendo un grande prova di sé – concludono i portavoce pentastellati – Il nostro sistema giudiziario prevede tre gradi di giudizio e attendiamo che la giustizia faccia il suo corso. Di sicuro nel MoVimento 5 Stelle Rixi, Bruzzone e Rosso non si sarebbero potuti neppure candidare”.

MoVimento 5 Stelle Liguria