PLINIO, DE FERRARI (M5S): “RIESUMIAMO LA SCIENZA ANTICA O LA VECCHIA POLITICA?”

La notizia è di quelle da far sobbalzare sulla sedia: Plinio, il “vecchio” consigliere regionale, nominato nel comitato scientifico del Festival della Scienza. Un nome che a noi evoca soltanto il celeberrimo naturalista Plinio il Vecchio, testimone oculare dell’eruzione del Vesuvio dell’agosto ’79 (quella che ha sommerso Pompei ed Ercolano).

Basta una virgola, in fondo, a cambiare totalmente il senso di una nomina da scientifica a politica. Nell’anno dei “Segni” (tema del Festival 2016), ci aspettiamo un segno di discontinuità rispetto alla lottizzazione selvaggia delle poltrone da parte del Partito Unico. Senza la pretesa di riesumare uno scienziato di duemila anni fa ma nominando, quantomeno, una figura ligure contemporanea dall’alto profilo scientifico.

È il minimo sindacale per una città che ambisce ad essere smart, a puntare sulle sue eccellenze, sulla sua capacità di promuovere la Cultura – quella vera – e attrarre turismo.

Marco De Ferrari, portavoce MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria