CASA DELLA SALUTE: “FONDI AL NUOVO GALLIERA E PROMESSE MANCATE: COSÍ IL PARTITO UNICO HA ABBANDONATO LA VAL POLCEVERA”

Se ne parla da anni. Fiumi di parole, promesse, progetti, ma, all’atto pratico, la Casa della Salute della Val Polcevera ad oggi è ancora un miraggio. E di certo non possono rassicurare le parole dell’assessore alla Sanità Sonia Viale, che nei giorni scorsi ha promesso 4 milioni di euro di finanziamento da parte della Regione: troppo pochi – e troppo tardi – per una struttura sanitaria che i residenti della val Polcevera attendono da anni! È la stessa Asl 3 a manifestare forti dubbi sulla fattibilità delle opzioni proposte nel protocollo d’Intesa siglato con Regione e Municipio Val Polcevera.

Ma siamo proprio sicuri che il Partito Unico voglia davvero la Casa della Salute? Dalle voci che arrivano dal Commissario della Asl3, abbiamo appreso della volontà di utilizzare come sede (e potenziare) l’ex Ospedale Pastorino: una struttura che, per le sue caratteristiche, è poco adatta a ospitare una piastra sanitaria così importante.

Non solo. Gran parte dei fondi per la Casa della Salute sono stati dirottati allo sciagurato progetto del Nuovo Galliera: che sembra essere una maxi speculazione edilizia, forse regalo di Burlando alla Curia e a Bagnasco (e confermato da Toti!); che porterà nuovo cemento a due passi dal mare, invece di restaurare le strutture esistenti, in alcuni casi inutilizzate o mal sfruttate. Forse per il Partito Unico la val Polcevera non ha lo stesso appeal di Carignano ed esistono genovesi di serie a e di serie b.

Risultato? I cittadini si ritrovano con un’intera vallata isolata, priva di presidi socio-sanitari. La Casa della Salute, infatti, colmerebbe un gap logistico, offrendo servizi socio-sanitari importanti. Ma non può e non deve sostituire funzioni chiave come il Pronto soccorso, che solo un vero e proprio ospedale può garantire.

Il MoVimento 5 Stelle, dalla Regione e dal Comune, chiede che siano rispettati i diritti alla salute dei cittadini della Val Polcevera: è necessario investire soldi pubblici prima in un presidio socio-sanitario per chi ancora non l’ha e solo in un secondo momento ragionare su eventuali maxi-operazioni immobiliari… La salute è un diritto per tutti ed è dovere delle amministrazioni pubbliche garantirla.

MoVimento 5 Stelle Liguria e Genova