SELEX ES, DE FERRARI (M5S): “LA REGIONE DIFENDA I LAVORATORI (ANCHE DAL PD)”

Questa mattina, in riunione di capigruppo, è stato firmato all’unanimità un ordine del giorno con cui il Consiglio regionale fa pressione a Finmeccanica anche per tutelare i 30 lavoratori a rischio di Monetica, un ramo aziendale cruciale di Selex Es prossimo alla cessione.

Noi, come MoVimento 5 Stelle, facciamo nostra la preoccupazione per i lavoratori, nel timore che quello di Monetica sia l’anticamera dello smembramento di Selex Es a Genova. In gioco c’è il destino stesso dell’azienda e del gruppo Finmeccanica, un tempo eccellenza italiana sia dal punto di vista civile che militare e ora a rischio di perdere il suo ruolo centrale.

E il Partito Democratico? Anche su Selex non ha perso occasione di mostrare tutta la sua schizofrenia. Mentre a livello regionale condivide la nostra battaglia e non perde occasione per firmare ordini del giorno a difesa dei lavoratori, a Roma è il più grande responsabile della crisi contro cui Paita & C. si battono.

Addirittura, con un’uscita lunare, il consigliere Lunardon è arrivato ad auspicare che la Regione “faccia pressione sul governo”. Ma chi ha governato negli ultimi tre anni? Chi ha messo in ginocchio il Paese?

Purtroppo per i lavoratori, il destino di Selex non dipende dalla (finta) opposizione del Partito Democratico ligure, ma delle devastanti politiche governative di Renzi. La Regione tuteli i lavoratori e difenda Selex! Anche dal Pd

Marco De Ferrari, portavoce MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria