ALTA VIA, MELIS (M5S): “DA RIXI E MAI FORZATURA ISTITUZIONALE. SUBITO UN PASSAGGIO IN COMMISSIONE”

“Invece di intervenire sulle leggi regionali, la Giunta Toti aggira le norme a colpi di delibera con una forzatura istituzionale senza precedenti”.

Così Andrea Melis sulla convenzione che attribuisce al Cai lo sviluppo e la manutenzione dell’Alta Via dei Monti Liguri, oggetto di un’interrogazione del MoVimento 5 Stelle oggi in Consiglio regionale.

“Sul tema esistono ben due leggi regionali, che disciplinano rispettivamente l’Alta Via (e la relativa associazione omonima) e la rete escursionistica locale – spiega Melis – Leggi che l’assessore Mai ignora o fa finta di ignorare, forzando la mano, peraltro senza fornire il minimo chiarimento su questa scelta, in barba ad ogni passaggio istituzionale”.

“Fino ad oggi, dall’assessore sono arrivate solo risposte evasive e insoddisfacenti – prosegue il portavoce pentastellato. Che auspica “un confronto condiviso e trasparente sulla questione, da affrontare in Commissione” e conferma la “massima disponibilità a discutere insieme di un bene di tutti i liguri e da valorizzare anche a livello di sviluppo economico. Crediamo sia fondamentale investire su questo patrimonio, che rappresenta anche un volano per la crescita del turismo e dello sport, oltreché uno strumento di salvaguardia del nostro territorio. Pertanto siamo molto preoccupati per questo empasse istituzionale”.

E proprio l’assessore allo Sviluppo Economico, Edoardo Rixi, è intervenuto in Aula, respingendo le accuse di “lottizzazione”. Rixi non ha perso anche occasione per ricordare la sua esperienza da esperto scalatore, pungolando Melis: “Non vi ho mai visti sull’Alta Via”.

Pronta la replica del portavoce savonese. “Non è facile incontrarsi sui sentieri dei nostri monti, trattandosi di centinaia di chilometri. Ma raccogliamo l’invito dell’assessore e siamo pronti a partire in mountain bike in direzione Genova, fiduciosi di incontrarlo”.

MoVimento 5 Stelle Liguria1