EX OP QUARTO, DE FERRARI (M5S): “STOP RIMPALLI TRA REGIONE E COMUNE. TRADITA LEGGE BASAGLIA”

A febbraio 2015 il sindaco Doria promise che l’ex Ospedale Psichiatrico di Quarto sarebbe diventato un polo culturale, sociale, sanitario e un polmone verde per la città. Ora, a distanza di 16 mesi, l’unica cosa che si è materializzata di quelle “rosee” promesse è il polmone verde (tanto per restare nel mondo cromatico), nel senso che si è intricata ulteriormente la giungla tutt’attorno agli storici edifici.

Due mesi fa abbiamo chiesto all’assessore Viale quanti milioni siano stati ricavati dalla Regione con la vendita ad Arte Genova di parte degli immobili dell’intero plesso (vendita effettuata ad opera della Giunta precedente targata PD). Non ci è stata data la cifra particolare ma soltanto la destinazione di quella totale: quella cifra è servita a sanare il gigantesco debito della sanità regionale!

Per la Legge Basaglia, quelle risorse milionarie dovevano a un progetto obiettivo chiaro e preciso, e non a tappare buchi di bilancio! Buchi che la vecchia politica ha prodotto da tempo immemore e che continua a non voler sanare. Comune, Regione, ASL3, tutti gli attori istituzionali e non di questo accordo di programma, si responsabilizzino e diano ascolto alla cittadinanza. Basta al solito rimpallo di responsabilità!

Un rimpallo che nel tempo è somigliato sempre di più a un buffo teatrino di un gioco assurdo delle parti, utile fare gli interessi dei soliti pochi, anziché diventare una degna rappresentanza della volontà dei cittadini.
Si dia avvio a una concreta progettazione, già individuata dalla cittadinanza, in tempi quanto mai brevi e certi, di riqualificazione dell’area, che coincida perfettamente con le reali esigenze di tutti e del territorio.
Siamo stufi delle solite parole al vento. I cittadini meritano rispetto.
Marco De Ferrari, portavoce MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria