AMIANTO EX BOERO, DE FERRARI (M5S): “BLOCCARE IMMEDIATAMENTE I LAVORI E AVVIARE UN TAVOLO COI CITTADINI”

“In attesa di esami chimici più approfonditi, bloccare immediatamente ogni lavorazione nell’area ex Boero e attivare al più presto un tavolo di confronto partecipato tra politica e cittadini”.

Lo chiede il portavoce del MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria, Marco De Ferrari, all’alba dell’allarme amianto sul cantiere della val Bisagno, che arriva a una settimana dalla nostra interrogazione sul tema.

“Pretendiamo chiarezza su quali sostanze potenzialmente tossiche per la salute pubblica oltre l’amianto siano effettivamente presenti in quell’area e in quali concentrazioni – prosegue De Ferrari – Per questo è necessario fermare subito i lavori e contemporaneamente avviare un tavolo di confronto tra tutti gli enti coinvolti, Regione e Comune in testa, aperto a tutti i cittadini. E, in caso di individuazione di eventuali sostanze pericolose, e le relative concentrazioni, si dia avvio immediato a nuove procedure urgenti di bonifica”.

Il portavoce pentastellato esprime, altresì, forti perplessità sulla gestione dei lavori.

“Il costo complessivo del cantiere è molto basso (poco oltre il milione di euro) e mette in dubbio che la ‘caratterizzazione’ per l’identificazione delle sostanze presenti sia stata eseguita nella maniera più capillare possibile – sottolinea De Ferrari – Ad esempio, nella prima bonifica eseguita sul cantiere i materiali e i terreni sono stati smaltiti altrove. Alla luce anche di quanto emerge oggi, ci chiediamo: dove sono stati effettivamente smaltiti? E secondo quali modalità? Non vorremmo, tra qualche tempo,  dover assistere all’ennesimo allarme sanitario e ambientale annunciato!”.

MoVimento 5 Stelle Liguria