DDL CRIMINALITÁ, M5S: “DA OGGI LA LIGURIA É IL FAR WEST”

“Maggioranza arrogante, boccia tutti gli emendamenti e mette il bavaglio all’opposizione”

Con l’approvazione del DDL 30 passa un decreto assurdo, incostituzionale e pericolosissimo. Un mero spot elettorale della Lega che, di fatto, incentiva i cittadini ad armarsi e a difendersi da soli, trasformando a tutti gli effetti la Liguria in un Far West.

Siamo di fronte a una legge prima di tutto inutile, essendo già previsto nel nostro ordinamento il diritto alla legittima difesa. Ma, soprattutto, incostituzionale, poiché viola in modo palese l’articolo 3 della Costituzione, che sancisce l’uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge.

Non è così che si tutelano i cittadini. Se si vuole davvero fare qualcosa per i liguri, Toti e Viale si concentrino sulla lotta alle ecomafie, vigilino sugli appalti, tutelino gli anziani, prime e vere vittime della criminalità comune.

La maggioranza, invece, ha scelto, al suo solito, di chiudersi a riccio, ostacolando in

tutti i modi le legittime proteste delle opposizioni e tutte le osservazioni delle personalità di peso che sono intervenute in audizione: giuristi prestigiosi, membri dell’Ordine degli Avvocati di Genova, della Camera Penale Regionale Ligure e dell’associazione Libera, che hanno sottolineato per tempo l’incompatibilità con la giurisprudenza italiana e l’incostituzionalità del DDL 30.

Non solo. La Giunta Toti ha respinto tutti gli emendamenti del MoVimento 5 Stelle che miravano a correggere il testo affinché fosse davvero a tutela dei cittadini, degli over 65 e delle fasce deboli. Il tutto con la promessa di recepire le proposte di modifiche nella delibera di Giunta. Tradotto: non ci sarà nessuna discussione in Aula, vengono zittite le minoranze e, di conseguenza, la cittadinanza.

Ecco il vero volto autoritario e antidemocratico della Giunta, con cui Toti e Viale mettono il bavaglio alle opposizioni, dimostrando di ignorare totalmente le vere esigenze dei cittadini liguri e dei loro legittimi diritti alla sicurezza personale. D’altronde, non era questo il vero scopo di un partito, la Lega, abituato a cavalcare a fini propagandistici fatti di cronaca nera che meriterebbero una risposta politica e democratica. E non slogan elettorali!

Alice Salvatore e Fabio Tosi, portavoce MoVimento 5 Stelle Liguria