Galliera, no a fondi regionali per residenze di lusso

Oggi in Consiglio regionale abbiamo chiesto all’assessore alla Sanità Viale di fare chiarezza sulla natura degli impegni economici-finanziari messi in campo da Regione Liguria verso le residente di lusso dell’ospedale Galliera sanciti dalla Convenzione tra Regione e Galliera. La risposta è stata tutt’altro che  confortante.

La Regione è disposta ad “accettare eventuali cessioni di credito da parte dell’ente Galliera verso un finanziatore terzo” e cioè la Regione autorizza il Galliera a utilizzare i fondi regionali destinati all’erogazione del servizio sanitario per ripagare i suoi debiti con i propri finanziatori, coprendo così i costi per la costruzione del Nuovo Galliera.

Il rischio concreto è che Regione Liguria continuerebbe a pagare per anni e anni i cantieri necessari al progetto di nuove residenze di lusso con fondi in realtà destinati al servizio sanitario che quindi non potrebbe essere erogato? Ci chiediamo. Con un potenziale, grave, danno per i servizi a utenti, pazienti e cittadini. Ci chiediamo se ciò, oltre ad essere totalmente inopportuno politicamente, non apra la strada anche a possibili profili di incompatibilità nell’uso di fondi pubblici.

L’intervento di Alice Salvatore: