Impugnazione legge regionale caccia, Tosi: ennesima brutta figura della Giunta Toti

LEGGE REGIONALE CACCIA, TOSI (M5S): “ENNESIMA BRUTTA FIGURA DELLA GIUNTA TOTI: IMPUGNATA ANCHE LA LEGGE REGIONALE 9/2020. È RECORD!”

“Sbagliare è umano, ma perseverare è diabolico e questa Giunta ne è un esempio lampante: nonostante i moniti in Consiglio regionale, il centrodestra è andato ostinatamente avanti per la propria strada. Risultato: il Governo ricorrerà presso la Corte Costituzionale impugnando alcuni articoli della legge regionale 9/2020 votata lo scorso maggio”, dichiara il capogruppo regionale Fabio Tosi commentando la notizia.

Che poi spiega: “Il Governo ricorrerà alla Consulta poiché la 9/2020 viola, in tre articoli, codice civile, competenze statali e disposizioni ministeriali. Nello specifico, viola il codice civile la previsione di poter installare appostamenti di caccia fissi e temporanei su terreni altrui senza il preventivo consenso del proprietario: secondo la norma voluta dalla Giunta, il proprietario potrebbe opporsi solo dopo aver appreso della realizzazione dell’appostamento di caccia, se avvenuta a sua insaputa. Follia! Poi, viola le competenze statali in materia di paesaggio, nell’articolo che prevede la possibilità di esonerare da ogni necessità di permesso la realizzazione di alcune tipologie di opere, suscettibili di modificare lo stato dei luoghi e l’assetto idrogeologico, come ad esempio i canali di scolo o le opere su precedenti frane. E infine, ciliegina sulla torta che ai più è parso l’ennesimo regalo agli amici leghisti che vorrebbero cacciare dovendo rispettare poche regole, viola le disposizioni ministeriali di gestione delle Zone di Protezione Speciale per la tutela dell’avifauna, la concessa possibilità di esercitarvi la caccia in gennaio per due giornate settimanali a scelta del cacciatore, anziché nelle due giornate prefissate”.

È la solita brutta figura cui questa Giunta pare si sia affezionata. Di poche settimane fa, infatti, la bocciatura anche di 5 articoli della legge “taglia-parchi” fortemente voluta da Toti, sordo a qualsivoglia critica e osservazione costruttiva. Se andiamo a leggere lo storico, la lista delle censure si fa lunga e imbarazzante: con quella di ieri, siamo a 10 impugnazioni di testi. Complimenti! L’amministrazione di centrodestra veleggia verso il poco invidiabile primato delle sonore contestazioni da parte del Governo”.

MoVimento 5 Stelle Liguria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.