Amianto sedi Tim Spezia, Ugolini: se non si cercano le fibre, controlli inutili

AMIANTO SEDE TIM SPEZIA, UGOLINI (M5S): “REGIONE DICHIARA DI ESSERE IN REGOLA CON I CONTROLLI. I FATTI PERÒ DICONO ALTRIMENTI. SE NON SI CERCANO LE FIBRE DI AMIANTO, I CONTROLLI SONO INUTILI”

Genova, 16 febbraio 2021 – “Preoccupano le notizie in merito alla presenza di amianto nelle sedi Tim della provincia spezzina. Mentre la Procura chiede l’incidente probatorio per stabilire la presenza o meno di amianto nella sede Tim di corso Nazionale di Spezia, risultano nuovi denunce che riguardano altri sette immobili della società di telecomunicazioni, nello specifico gli edifici di via Da Passano e via Monfalcone, via delle Ville ad Arcola e su alcune strutture dislocate tra San Terenzo, Riomaggiore, Levanto e Aulla. Oltre al principale filone d’inchiesta, avviato cinque anni fa dopo che tre dipendenti Tim avevano presentato la prima denuncia in quanto era stato loro diagnosticato un ispessimento pleurico, si sono ora aggiunte le segnalazioni del sindacato Snater, che ha chiesto alla Procura che vengano estesi gli accertamenti agli altri edifici”.

Così, il consigliere regionale Paolo Ugolini a margine della seduta consiliare odierna.

“Interrogato in merito, il presidente di Regione ha letto, peraltro frettolosamente, il solito documento preconfezionato dagli uffici: negli ultimi 20 anni, riporta infatti Toti, attraverso la Struttura Complessa Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro (PSAL), l’Asl territoriale avrebbe effettuato i controlli e in questo arco temporale sarebbe stato rilevato un solo caso. Un solo caso? Temiamo che Regione non abbia in mano un quadro completo ed esaustivo: infatti, dalle denunce depositate si evince che molte centrali sono purtroppo interessate dal fenomeno. Temiamo poi che il problema qui siano proprio i controlli periodici, che avrebbero dovuto indagare sulla presenza o meno delle fibre di amianto”.

“Se non le cerchi, ne va da sé che non le trovi. Per tutelare la salute dei cittadini e dei lavoratori, urge un deciso cambio di passo”, conclude Ugolini.

MoVimento 5 Stelle Liguria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *