PUC Rapallo, Tosi e De Benedetti: piano annullato, si torna al 1986

PUC RAPALLO, TOSI E DE BENEDETTI (M5S): “BRUTTA FIGURA DELL’AMMINISTRAZIONE: PIANO ANNULLATO. SI TORNA INDIETRO AL 1986. E QUESTI SAREBBERO COMPETENTI?” 

Genova, 15 dicembre 2021 – “È confermato dalla Regione che il nuovo PUC è annullato.  Si torna indietro come i gamberi al vecchio PRG. Complimenti vivissimi a questa amministrazione del fare!”.

Lo dichiara la consigliera comunale del M5S Rapallo Isabella De Benedetti. Che poi aggiunge: “Per motivi a quanto pare personali, ora ci rimettono i cittadini. Siamo nel caos più totale: che ne sarà delle nuove istanze avanzate all’ufficio tecnico? Starà tutto fermo in attesa della decisione del Consiglio di Stato sulla richiesta di sospensiva? Ma che bel regalo di Natale che fanno ai cittadini!”.

In merito, interviene anche il capogruppo regionale del M5S Fabio Tosi, secondo cui “probabilmente qualcuno pensa che il Comune sia una sua proprietà privata. E forse, per questioni politiche e magari per ripicche personali, non si è data l’autorizzazione che era stata richiesta invece dall’ex sindaco Capurro, la quale era perfettamente in regola e rispondeva al nuovo Piano urbanistico cittadino. Così, siamo tornati indietro al 1986”.

“Poiché – continua Tosi – temiamo che la questione sia appunto di carattere personale, ritengo che il ricorso al Consiglio di Stato lo debba pagare il singolo amministratore della città e non certo la comunità rapallese”.

“Sullo strumento urbanistico più importante della città, questa amministrazione ha chiaramente fallito – aggiunge la consigliera De Benedetti -. È stata incapace di portare a termine il nuovo PUC: dichiarandosi sempre incompatibile, ha lasciato tutto in mano al Commissario. Dopo il tempo impiegato e i soldi (dei cittadini) spesi, questi sono risultati!”.

“Quello che sta accadendo è assurdo. Nei giorni scorsi ci era stato assicurato che il PUC non sarebbe decaduto, ma che avrebbe riguardato solo la parte che interessava la richiesta presentata dall’ex primo cittadino di Rapallo. Oggi così non è. Oggi più che mai, a chi continua a pavoneggiarsi e dichiararsi “competente”, consiglio di non ricandidarsi alle prossime elezioni comunali. Questa è una di quelle brutte figure destinate a rimanere indelebili”, conclude Tosi.

MoVimento 5 Stelle Liguria

MoVimento 5 Stelle Rapallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *