Educazione all’affettività, Ugolini: il cdx ci riprova dopo la brutta figura di settembre

EDUCAZIONE ALL’AFFETTIVITÀ, UGOLINI (M5S): “DOPO LA BRUTTA FIGURA DI SETTEMBRE, MAGGIORANZA CI RIPROVA”

Genova, 15 marzo 2022 – “Per le destre, l’educazione all’affettività e alla sessualità resta un tabù: anziché privilegiare le sedi opportune, vale a dire le scuole, preferisce imbavagliare i docenti demandando il tutto alle famiglie. Scandaloso l’ordine del giorno di Fratelli d’Italia, che dopo la bocciatura dello scorso settembre oggi ci ha riprovato pur di averla vinta, dimostrando di seguire pedissequamente il proprio credo anziché recepire le istanze del corpo docente. Che rispetto alla destra italiana sa bene quanto i ragazzi oggi siano profondamente diversi (udite, udite!) rispetto alle generazioni passate”.

Lo dichiara il consigliere regionale del M5S Paolo Ugolini.

“Il testo proposto dai meloniani non solo sminuisce la professionalità degli insegnanti e degli uffici scolastici regionali, ma dimostra ancora una volta che per certa politica conta solo la facile propaganda. Come M5S abbiamo votato contro: basta con la retorica stantia”.

MoVimento 5 Stelle Liguria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *