Parco Portofino: rifare il procedimento coi 7 Comuni favorevoli

PARCO NAZIONALE PORTOFINO, M5S LIGURIA E TIGULLIO: “RIFARE IL PROCEDIMENTO CON I 7 COMUNI CHE SI SONO GIÀ DICHIARATI A FAVORE”

Genova, 24 marzo 2022 – “Stupisce la decisione di un TAR periferico in apparenza non in linea con quella del TAR centrale. Detto ciò, la stessa sentenza conferma che il Parco Nazionale di Portofino esiste e che la Regione dà solo il parere e non l’intesa. Quindi, stante il vizio solo procedimentale rilevato, si deve ora cogliere l’occasione per rifare il procedimento corretto nei tempi – che il Ministero effettivamente non ha rispettato – e nei modi, con i 7 Comuni che si sono già dichiarati a favore“. Così, la capogruppo comunale del M5S Isabella De Benedetti.

“Sentire il Presidente Toti che plaude all’esito del ricorso al Tar da parte di Regione e Comuni contrari all’ingresso nel Parco Nazionale, perché finalmente così si potrà “avviare un percorso realmente partecipato con il territorio”, fa sorridere a dispetto del grigiore di tutta la vicenda. Le contestazioni sono classiche e primeggia il “no alle decisioni calate dall’alto”. Come se non fosse già stata data, anzi richiesta, l’opportunità di dialogare con il territorio. Per ben tre anni”, commenta in merito anche il candidato sindaco di Chiavari Davide Grillo.

“Per il M5S Tigullio – continuano De Benedetti e Grillo -, si tratta di quello stesso territorio che fa comodo quando può essere usato come scusa per ostacolare iniziative fastidiose, ma poco interessa quando chiede a gran voce di partecipare e pesare sulle decisioni che riguardano tutti. Se qualcuno si fosse preso e si prendesse il disturbo di ascoltarlo davvero, quel territorio, saprebbe che non sono l’istituzione e la perimetrazione del Parco a pesare sul suo futuro, ma altre azioni che invece cadono dall’alto di Città Metropolitana e Regione, e non dal Ministero”.

“Sono molte le proposte stonate – ricorda il capogruppo regionale del M5S Fabio Tosi -: secondo alcuni, Portofino come brand commerciale perderebbe appeal; poi c’è l’idea ridicola secondo cui il Ministero voglia “espropriare” il territorio a chi lo vive; per non tacere del tentativo di insinuare l’equazione “Parco” uguale “vincoli”; e infine, di far credere che le difficoltà di chi gestisce attività agricole e boschive verrebbero solo aumentate dall’istituzione del Parco nazionale di Portofino. Ridicolo oltre che controproducente, infine, il maldestro tentativo di limitare il Parco nazionale a tre soli Comuni, che stando ai detrattori del Parco si “sacrificherebbero” sull’altare per il bene di tutti. Con i finanziamenti del Ministero”.

“Potremmo continuare con l’elenco ma crediamo che il tutto sia già abbastanza svilente così. Così come lo è interrogarci su un dubbio ormai ricorrente: tutte queste opinioni, sempre rispettabili per carità, sono costruite o sincere? Se sono costruite fanno male a chi crede ancora nell’importanza della corretta gestione pubblica. Se sono sincere, ci dicono che il re è nudo”, concludono.

MoVimento 5 Stelle Liguria

MoVimento 5 Stelle Tigullio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.