Trasporti, pendolari dalla Valle Scrivia e Piemonte attendono risposte

TRASPORTI, MOVIMENTO 5 STELLE LIGURIA: “PENDOLARI DALLA VALLE SCRIVIA E DAL PIEMONTE ATTENDONO RISPOSTE. LA CAMPAGNA ELETTORALE EVIDENTEMENTE HA SVIATO L’ATTENZIONE DELL’ASSESSORE COMPETENTE”

Genova, 22 settembre 2022 – “I pendolari attendono risposte dallo scorso 28 giugno: l’assessore competente, che ora guarda a Roma e per quell’obiettivo lavora da fine luglio, pare essersi totalmente dimenticato delle istanze di chi viaggia dalla Valle Scrivia e dal vicino Piemonte verso la Liguria, e viceversa, per lavoro o studio. Il problema più volte sottolineato dai viaggiatori, e tra queste vi l’Associazione Pendolari Novesi, è il grave problema dell’attestamento dei Regionali veloci da e per Torino a Genova Piazza Principe anziché a Brignole”. 

Lo dichiarano i consiglieri regionali del M5S, raccogliendo la segnalazione dell’Associazione Pendolari Novesi.

“La scelta di non farli più arrivare e partire da Genova Brignole determina – oramai da mesi e mesi – disagi intollerabili agli utenti. Parliamo non solamente di frequenti ritardi sull’ingresso al lavoro, ma anche di problemi di sicurezza e di incolumità per gli stessi passeggeri, che in discesa dai Regionali a Genova Principe si trovano a cercare di raggiungere in tutta velocità il primo regionale utile per Genova Brignole, e vi sono già stati episodi (per fortuna al momento senza gravi conseguenze) di cadute da parte di alcuni passeggeri. Il problema non è meno grave in partenza da Genova Brignole, in quanto l’interscambio forzato per raggiungere Genova Principe ha già determinato in diversi casi l’impossibilità di arrivare per tempo a salire sul Regionale verso la Valle Scrivia e il Piemonte”. 

“Chiediamo dunque anche noi, come ha fatto oggi l’Associazione e il Comune di Ronco Scrivia in rappresentanza di altri Comuni della Valle Scrivia, se l’assessorato ai trasporti della Regione, Trenitalia ed RFI (con i quali era stata tenuta una riunione a fine giugno) ha tenuto o meno nella dovuta considerazione l’invito a studiare una possibile soluzione al problema dell’attestamento a Genova Principe dei treni provenienti dal Piemonte e dalla Valle Scrivia, che tanto disagio sta arrecando ai lavoratori in arrivo nel capoluogo ligure. L’Associazione aveva illustrato la proposta di una possibile soluzione e uno studio contenente un ventaglio di ipotesi: dall’attestamento stabile su un binario specifico per i quattro treni maggiormente critici, a interventi puntuali sui singoli treni, per arrivare a cambi di orario. Ognuna delle ipotesi era stata presentata come integrativa e non alternativa”.

“Ci risulta che RFI aveva dichiarato di prendere in carico un’analisi del documento presentato e di dare un parere di possibile fattibilità entro la fine del mese di luglio. Ma non solo entro il mese di luglio non è arrivata alcuna comunicazione né da RFI né dalla Regione, ma superata oramai la metà di settembre, con la ripresa del lavoro e dell’anno scolastico, il problema permane in tutta la sua gravità”, concludono. 

MoVimento 5 Stelle Liguria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *