Emissioni Porto La Spezia, Ugolini: assessore non risponde

EMISSIONI PORTO SPEZIA, UGOLINI (M5S): “CHE FINE HA FATTO LA “VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL’ARIA”? INTERROGATO, ASSESSORE NON HA RISPOSTO”  

Genova, 4 ottobre 2022 – “Qual è il peso delle emissioni delle navi da crociera nel porto di La Spezia? Bella domanda. Le relazioni annuali vengono comunicate al Mite e a Ispra entro i primi sei mesi dell’anno. Benché non vi siano scadenze temporali per la loro pubblicazione, “generalmente (e sono parole testuali desunte dalla risposta alla nostra interpellanza odierna in Aula) la Regione Liguria pubblica tale relazione subito dopo la trasmissione dei dati”. Sono passati più di tre mesi, della nuova Valutazione della Qualità dell’Aria 2021 non v’è traccia e dunque sorge il sospetto che i dati non siano affatto confortanti”.

Lo dichiara il consigliere regionale del M5S Paolo Ugolini, primo firmatario dell’interpellanza.

“La mancata pubblicazione, peraltro, impedisce agli stessi enti locali di avere a disposizione un quadro delle diverse emergenze da inquinamento aeriforme nel territorio regionale come, ad esempio, quelle in atto delle emissioni da navi da crociera nel porto spezzino. Sappiamo – e l’Ente nella sua risposta ha confermato – che vi sono criticità con riferimento agli inquinanti biossido di azoto a Genova, benzo(a)pirene nel comune di Cairo Montenotte e ozono in tutta la regione. E La Spezia? Vogliono forse farci credere che l’aria sia intrisa di violette e che non abbiamo nulla da temere? Le emissioni delle navi da crociera in porto purtroppo dicono il contrario e richiedono interventi urgenti, a cominciare dalla riduzione del numero degli accosti”.

MoVimento 5 Stelle Liguria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *