Amianto centrali Telecom, Ugolini: pericolo tutt’altro che latente

AMIANTO CENTRALI TELECOM E TIM NELLO SPEZZINO, UGOLINI (M5S): “PERICOLO TUTT’ALTRO CHE LATENTE. REGIONE BATTA UN COLPO!

Genova, 15 novembre 2022 – “Disarmante. Non possiamo che commentare così l’inerzia con cui Regione Liguria affronta l’enorme problema dell’amianto sugli edifici pubblici. E non è la prima volta che, come M5S, portiamo in Aula la questione con l’intento di sensibilizzare e attuare controlli periodici delle strutture a tutela della salute dei lavoratori e dei cittadini”.

Lo dichiara il consigliere regionale del M5S Paolo Ugolini, primo firmatario dell’interrogazione discussa oggi in Aula.

“Finora, a nostro parere, gli accertamenti sono stati insufficienti se non addirittura superficiali, nonostante le notizie allarmanti che arrivano dai territori. Parliamo di edifici quasi sempre in pieno centro cittadino, vicini a biblioteche, uffici postali, negozi. È il caso della centrale Telecom di via Landinelli a Sarzana o della centrale Tim di via Nazionale a La Spezia”.

“Gli anni passano, l’amianto resta e nel frattempo le coperture si vanno sempre più deteriorando, liberando materiale notoriamente nocivo con gravissimi rischi per la salute pubblica. La risposta fornita dall’assessore alla Sanità non ci soddisfa perché ancora una volta cogliamo un atteggiamento passivo, quasi del non fare in merito a quello che invece è un problema e andrebbe affrontato con forza e senza tentennamenti”.

“Ci riserviamo comunque di approfondire quanto riferito oggi in Aula dall’assessore e auspichiamo che in tempi brevi si possa finalmente arrivare a una svolta. Crediamo ormai che intervenire non sia più procrastinabile, nell’ottica di intervenire in prevenzione e non in emergenza”, conclude.

MoVimento 5 Stelle Liguria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *